Il passaporto

Foto di Albanian_Italian_biometric_Passport.JPG: Alblefterderivative work: Fred the Oyster (Albanian_Italian_biometric_Passport.JPG) [CC BY 3.0], via Wikimedia Commons


Il passaporto è fondamentale per poter andare in Giappone (senza non vi fanno prendere neanche l'aereo). Per fare un nuovo passaporto tutto quello che vi occorre saranno queste semplici cose (nuove norme valide dal 25 Giugno 2014):



  • 1 documento di riconoscimento valido
  • 2 fototessere (quando andate dal fotografo specificate che sono per il passaporto, devono avere sfondo bianco, essere frontali e non bisogna sorridere).
  • 1 marca da bollo da 73,50 Euro (anche qui specificate in tabaccheria che serve per il passaporto).
  • La ricevuta del versamento di 42,50 euro sul conto corrente 67422808 (chiedete il bollettino precompilato alle poste).

Potete fare la richiesta in comune oppure direttamente alla questura. In comune, l'impiegato compilerà la richiesta per la questura e vi prenoterà l'appuntamento presso quest'ultima per il rilevamento delle impronte digitali. Potete prenotare l'appuntamento per le impronte digitali anche sul sito della polizia di stato. La procedura per le impronte digitali dura qualche minuto. Una volta terminate avete finito. Il passaporto sarà pronto nel giro di circa 20 giorni. Se siete andati in comune, vi avvertià il comune stesso di passarlo a ritirare quando è pronto, se invece site andati in questura, doveta guardare sul sito, e ogni giorno viene aggiornato un file con i passaporti pronti per il ritiro.

Per chi invece avesse già il passaporto ci sono solo alcuni accorgimenti da fare. Il passaporto deve essere valido al momento dell'uscita dal Giappone. Nel passaporto devono esserci delle pagine libere per poter applicare il visto, altrimenti il passaporto non è valido.

IMPORTANTE: non è più necessario applicare la marca da bollo di 40,29 Euro quando si viaggia fuori dall'Unione Europea. Questo è valido anche per i possessori di vecchi passaporti.


Come fare il passaporto


Link utili

Sito della Polizia di stato dedicata al passaporto elettronico