Gunkanjima (Isola Hashima)

Gunkanjima (軍艦 島) è una piccola isola situata a circa 20 chilometri dal porto di Nagasaki. Fino al 1974, l’isola fungeva da miniera di carbone e ci abitavano oltre 5000 persone. L’isola è lunga 480 metri e larga 150 metri ed aveva la più alta densità di popolazione nella storia registrata in tutto il mondo.

Per accogliere così tante persone in un’area così piccola, ogni pezzo di terra è stato costruito in modo che l’isola assomigliasse a un’enorme corazzata. Infatti, “Gunkanjima” è un soprannome che significa “isola corazzata” in giapponese. Il nome formale dell’isola è Hashima.

Il carbone fu scoperto per la prima volta a Gunkanjima nel 1810 dal signore feudale di Saga. L’estrazione mineraria industriale iniziò alla fine del 1800 e, poco dopo, l’isola fu acquistata dalla Mitsubishi Corporation. Con l’aumentare della produzione, l’isola si espanse e furono costruiti grandi edifici residenziali e industriali e alte mura.

I residenti dell’isola furono in grado di vivere una vita più o meno tipica. Metà dell’isola era dedicata al funzionamento della miniera, l’altra a spazi residenziali, scuole, ristoranti, negozi, un bagno pubblico e un ospedale.

Nell’aprile 1974 la miniera fu chiusa e i suoi abitanti dovettero lasciare Gunkanjima, abbandonando l’isola con tutti i suoi edifici. Da allora, l’esposizione diretta ai tifoni ha causato il deterioramento delle residenze e delle strutture minerarie, dando all’isola un’atmosfera inquietante e cupa. A causa del pericolo di crollo delle strutture, Gunkanjima fu chiusa al pubblico e per molti anni fu vista solo da crociere turistiche che circumnavigavano l’isola.

Gunkanjima Island

Nell’aprile 2009, tuttavia, un molo per imbarcazioni di nuova costruzione ha reso possibile l’attracco di barche turistiche a Gunkanjima. I partecipanti al tour vengono portati su tre ponti di osservazione in una piccola parte all’estremità meridionale dell’isola e trascorrono circa 45 minuti sull’isola con guide turistiche di lingua giapponese. I tour non comportano l’avvicinarsi troppo agli edifici a causa del rischio di crolli.

Anche il giro in barca tra Nagasaki e Gunkanjima è divertente. Le barche impiegano circa 50 minuti a tratta e attraversano i grandi cantieri navali della Mitsubishi e altre isole lungo la strada. Il giro consente anche alcune belle vedute della città di Nagasaki e del suo porto.

Per coloro che non sono in grado di raggiungere Gunkanjima, un’alternativa è il Museo digitale di Gunkanjima vicino alla chiesa di Oura a Nagasaki. Questo moderno museo vanta una quantità impressionante di informazioni sull’isola, tra cui un viaggio simulato lungo una miniera funzionante e un’installazione digitale che racconta aspetti della vita attraverso testimonianze e fotografie. I visitatori possono anche fare tour di realtà aumentata in alcune aree dell’isola come esistono oggi.

Nagasaki Hashima Gunkanjima1

At by At / Public domain

Posizione e come arrivare

  • E’ possibile prendere il traghetto presso il Terminal del porto di Nagasaki (fermata Ohato linea 1 dei tram) oppure dal Terminal Tokiwa (fermata Ourakaikandori linea 5 dei tram)

Informazioni pratiche

Sito ufficiale
I traghetti non circolano quando c’è cattivo tempo
Tra 3600 e 4500 Yen per il tour in barca e visita dell’isola